Contouring: truccare il viso in base alla forma

scritto da:



Oggi torniamo a parlare di un argomento molto richiesto: il contouring. Per quelle di voi che non lo sapessero (sicuramente poche!), il contouring è una tecnica di make up che, attraverso la creazione di zone più chiare e più scure sul viso, ci permette di modellarne e scolpirne i volumi, creando quindi una maggiore armonia tra le parti. Che tu abbia un viso tondo, lungo, quadrato, a trapezio o a triangolo, c’è una tecnica che fa per te!

ragazza che si trucca il viso

Iniziamo con il “cosa ci serve”: per realizzare un contouring abbiamo bisogno di un colore “ombra” e di un colore “luce”.

Il colore ombra sarà un prodotto di uno o due toni più scuro del nostro incarnato e dal finish completamente opaco.

Possiamo decidere se scegliere un prodotto in crema (come un correttore o un fondotinta leggermente più scuri del nostro colore) oppure un prodotto in polvere (come una terra o un ombretto sui toni del nocciola).

Stesso discorso vale per il colore illuminante, dovrà essere di uno o due toni più chiaro del nostro colore di base ma possiamo scegliere se optare per un finish completamente opaco o leggermente satinato.

Anche per il colore luce possiamo decidere se utilizzare un prodotto in crema (come un correttore chiaro e illuminante) o un prodotto in polvere (come un ombretto color panna o burro).

Teniamo presente che i colori in crema risulteranno molto più intensi sul viso e potrebbero essere leggermente più difficili da modulare rispetto a quelli in polvere.

Per sfumare le creme ci serviremo di una spugnetta a triangolo, mentre per sfumare le polveri è meglio utilizzare un pennello non troppo grande a setole morbide.

i colori ideali per fare il contouring

Continuiamo con il “quando si fa”: il contouring si realizza sempre dopo aver realizzato la base.

Se abbiamo deciso di utilizzare dei prodotti per il contouring in crema applicheremo prima fondotinta e correttore, poi realizzeremo il contouring in crema, infine fisseremo il tutto con una cipria rigorosamente trasparente, per non coprire il contouring.

Se invece utilizziamo dei prodotti per il contouring in polvere applicheremo fondotinta, correttore e cipria e solo alla fine realizzeremo il contouring.

Terminiamo con il “come si fa”: ogni viso avrà bisogno delle sue zone d’ombra e delle sue zone di luce per risultare più armonico.

Viso tondo

Necessiterà di essere allungato, perciò dovremo ombreggiare i lati del viso e illuminare la parte centrale, dando così tridimensionalità. Nell’articolo dedicato al viso tondo troverete anche la face chart esplicativa.

Viso lungo

Qui il procedimento sarà inverso, perché un viso lungo avrà bisogno di essere accorciato, quindi ombreggiato nella parte alta e bassa del viso. Trovate comunque la spiegazione dettagliata e le immagini nell’articolo dedicato al viso lungo.

Viso quadrato

Il viso quadrato avrà tratti un po’ spigolosi, dovremo quindi andare ad “ammorbidirlo” scurendo gli angoli, come le mascelle e i lati della fronte. Vi rimando all’articolo sul viso quadrato per l’approfondimento.

Viso a trapezio

Questo viso avrà la parte inferiore più ampia di quella superiore perciò, per riequilibrarlo, dovremo scurire la zona delle mascelle e illuminare quella della fronte, come ho spiegato e illustrato nell’articolo dedicato al viso a trapezio.

Viso a triangolo

Questo viso invece presenta caratteristiche opposte rispetto al precedente, con la parte superiore più ampia di quella inferiore. Anche la correzione sarà opposta, scurendo la zona della fronte e illuminando quella del mento. Trovate la face chart esplicativa nell’articolo dedicato al viso a triangolo.










Lascia un commento