Come applicare l’ombretto bagnato

scritto da:



Oggi parliamo di ombretti! E per la precisione della loro applicazione bagnata. Ma come si usano gli ombretti bagnati? Meglio l’applicazione bagnata o asciutta? Qual è la tecnica migliore? Nel post di oggi vi spiego tutto quello che c’è da sapere sull’applicazione degli ombretti bagnati!

ombretti bagnati metallici oro

Utilizzare l’ombretto da bagnato anziché asciutto può essere molto utile per diversi motivi:

  1. Aumenteremo la scrivenza e l’intensità del colore.

Se un ombretto non scrive bene o è polveroso o il colore non è molto intenso, applicandolo bagnato possiamo migliorarlo notevolmente.

  1. Ravviveremo i bagliori metallici dell’ombretto.

Bagnando la polvere dell’ombretto i pigmenti brillanti e riflettenti risalteranno di più e renderanno il nostro ombretto molto più ricco di riflessi.

  1. Aumenteremo la durata dell’ombretto.

Applicando l’ombretto bagnato i pigmenti, una volta asciutti, aderiranno meglio alla palpebra e si fisseranno per molte ore senza sbavare o accumularsi nelle pieghette dell’occhio.

Bisogna però fare attenzione all’ombretto che utilizziamo, perché non tutti gli ombretti sono formulati per essere applicati bagnati. Tra gli ombretti in cialda i migliori e i più adatti all’utilizzo bagnato sono gli ombretti cotti, perché ricchi di pigmenti brillanti. Di norma è specificato sulla confezione dell’ombretto se può essere utilizzato anche bagnato, spesso con la dicitura “wet & dry”.

Gli ombretti in polvere libera invece possono sempre essere utilizzati bagnati.

Ma come si utilizzano gli ombretti bagnati?

È molto semplice, basta inumidire il pennello con un goccio di acqua o lacrime artificiali o fissatore per make up o gel d’aloe e prelevare un po’ di ombretto.

È sempre consigliato prelevare l’ombretto da un angolo della cialda per evitare di inumidirla tutta.

Una volta prelevato il colore andiamo ad applicarlo sull’occhio picchiettando bene per far aderire il colore alla palpebra.

In questa fase, in cui l’ombretto è bagnato, risulterà molto più difficile sfumarlo, quindi è meglio attendere qualche istante con l’occhio chiuso che l’ombretto asciughi, per poi andare a sfumarne i contorni.

Facciamo inoltre attenzione a non applicare una quantità eccessiva di ombretto o questo, creando uno strato troppo spesso sull’occhio, una volta asciutto tenderà a sgretolarsi e a cadere sul viso.










2 Commenti su Come applicare l’ombretto bagnato

  1. Sara
    16 settembre 2014 at 13:26 (3 anni ago)

    Ciao Daniela!! Bel post 🙂
    I miei ombretti cotti preferiti sono quelli di Pupa..e come hai detto tu se si bagna il pennello durano molto di più!!! Non li uso molto, ma mi piacerebbe provare ombretti cotti di altre marche…cosa mi consigli? Grazie e buona giornataaaaaa 🙂

    Rispondi
  2. Giada
    2 febbraio 2015 at 14:27 (2 anni ago)

    ciao.anche con gli ombretti mat fa lo stesso effetto.

    Rispondi

Lascia un commento