Come truccare gli occhi in base alla forma

scritto da:



Qual è la tecnica migliore per truccare i miei occhi grandi/piccoli/tondi ecc.? Chi di noi non si è mai posta almeno una volta questa domanda? Ebbene nel post di oggi cercherò di rispondere in maniera dettagliata, raccogliendo e analizzando tutte (o quasi!) le possibili forme di occhi!

ragazza con pennelli in una mano

Occhi piccoli

Questa tipologia di occhi molto comune fa sì che questi appaiano piccoli rispetto alla totalità del viso.

Per migliorare la situazione e far apparire gli occhi più grandi e proporzionati rispetto al viso, dobbiamo con il make up, dare l’impressione che il bordo ciliare sia più pieno e scuro, mentre la rima interna dell’occhio sia più chiara e luminosa.

La tecnica più adatta sarà quindi quella di scurire la parte esterna dell’occhio (bordo ciliare e palpebra) e schiarire quella interna.

Per seguire il procedimento completo vi rimando all’articolo dettagliato.

Occhi vicini

Anche questa tipologia di occhi è molto comune e fa sì che gli occhi appaiano troppo vicini tra loro e a ridosso della radice del naso.

In questo caso la tecnica migliore sarà quella di schiarire molto l’angolo interno dell’occhio e scurire l’angolo esterno. In questo modo, per un effetto ottico, gli occhi sembreranno più distanti tra loro. Potete trovare la tecnica dettagliata in questo articolo.

Occhi cadenti o all’ingiù

Questa tipologia di occhi è caratterizzata dall’angolo esterno più basso di quello interno. Questa caratteristica rende inevitabilmente lo sguardo un po’ triste, quindi è importante seguire la giusta tecnica di make up per rialzare l’angolo esterno dell’occhio e renderlo visivamente più in linea con l’angolo interno.

Anche in questo caso andremo a schiarire l’angolo interno e scurire quello esterno, facendo però particolare attenzione a quest’ultimo, dirigendo la sfumatura piuttosto verso l’alto. Potete seguire tutti i passaggi in questo articolo.

Occhi lontani

Se gli occhi vicini tra loro sono molto comuni, quelli lontani invece lo sono un po’ meno, ma se i vostri occhi presentano questa caratteristica, è importante anche in questo caso seguire la giusta tecnica.

Per avvicinarli tra loro dovremo ridurre otticamente la distanza scurendo la piega palpebrale fino alla radice del naso e del sopracciglio.

Anche una linea di eyeliner scuro, applicata partendo dall’angolo interno dell’occhio, aiuterà a ridurre la distanza, proprio come ho spiegato in maniera dettagliata in questo articolo.

Occhi grandi e tondi

Gli occhi grandi dalla forma tondeggiante hanno bisogno di essere leggermente rimpiccioliti ed allungati verso l’esterno, in modo da essere più proporzionati rispetto alla totalità del viso.

Per fare ciò dovremo schiarire tutta la palpebra ed intensificare ed allungare il bordo ciliare superiore ed inferiore con una matita o un eyeliner. Il procedimento, molto semplice, è spiegato nel dettaglio in questo articolo.

Occhi infossati

Gli occhi infossati hanno la caratteristica di trovarsi più indietro rispetto al piano del viso, rimanendo così sempre un po’ in ombra.

L’occhio andrà quindi illuminato schiarendo la palpebra mobile e scurendo quella fissa. In questo modo porteremo in fuori l’occhio, che non sembrerà più arretrato rispetto al viso. Ecco il procedimento da seguire.

Occhi a mandorla

L’occhio a mandorla ha un taglio molto stretto ed allungato, con una palpebra mobile poco visibile.

Compito del make up sarà quello di aprirlo leggermente, senza però modificarne la forma allungata.

Per truccare questo tipo di occhio sarà sufficiente bordarlo con una matita o un ombretto scuro, ed aprirlo con un kajal chiaro nella rima interna. Per il procedimento dettagliato vi rimando all’articolo dedicato.

Spero che questo articolo di riepilogo vi sia utile ad individuare la vostra forma di occhi e quindi a truccarli al meglio!

Per qualsiasi domanda, scrivetemi qui sotto nei commenti!










Lascia un commento